• it
Home » Giro dell’Appennino

Giro dell’Appennino

Pella sportswear è stata scelta per la realizzazione della maglia ufficiale del II° Challenge Liguria che comprende Trofeo Laigueglia, tenutosi il 17 Febbraio e Giro dell’Appennino tenutosi Domenica 28 Aprile. La maglia presenta alcune caratteristiche tecniche come il tessuto carbon realizzato con filo di carbonio, il taglio vivo a fondo manica senza cuciture e il nastro riflettente sulle tasche per aumentare la visibilità e una particolarità, il ponte Morandi disegnato sul petto per ricordare le vittime di Genova.

La corsa è organizzata dall’US Ponte Decimo e si svolge nelle strade di Piemonte e Liguria. La prima edizione si disputò nel 1934 e la corsa si è da allora svolta ogni anno senza interruzioni, con la sola esclusione del periodo della seconda guerra mondiale. Nel secondo dopoguerra divenne una delle più importanti corse ciclistiche del panorama internazionale per professionisti, ed ebbe tra i vincitori campioni come Fausto Coppi e Francesco Moser. Il percorso storico partiva e arrivava a Pontedecimo (Genova) e presentava come difficoltà principale il passo della Bocchetta (772 m). Altre salite inserite spesso nel percorso sono state il passo della Castagnola, il passo dei Giovi e il Passo del Turchino. Negli ultimi anni la partenza del Giro è stata spostata nel basso Piemonte mentre l’arrivo di Pontedecimo è invece stato per qualche anno spostato a Genova. La prima edizione in cui fu cronometrata la scalata del Passo della Bocchetta fu quella del 1955, in cui Fausto Coppi impiegò 25 minuti esatti, questo tempo rimase imbattuto per 15 anni. Il record attuale di scalata del Passo della Bocchetta appartiene a Gilberto Simoni, con 21’54”, stabiliti durante l’edizione del 2003.

Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli–Sidermec) ha vinto l’80° Giro dell’Appennino, valido come sesta prova della Ciclismo Cup 2019. Scatto decisivo a 4 chilometri dall’arrivo, posto nel centro di Genova in via XX Settembre, Matteo stacca i tre compagni di fuga Fausto Masnada, Simone Ravanelli e il basco Etxegibel Bizkarra (poi arrivati con 25 secondi di ritardo). Chi pensa che la Bocchetta non sia più decisiva per la vittoria finale, dovrà ricredersi anche quest’anno: la fuga buona, parte proprio lungo la Salita delle Streghe. Prima un terzetto, poi si accoda Bizkarra ed i quattro non saranno più ripresi.

Al termine della corsa Fausto Masnada e il team Androni Giocattoli- Sidermec sono in vetta alla classifica della Ciclismo Cup.

× Whatsapp